Arrivo
2109
Partenza
2809
Persone
01

Rovigno

L´affascinante citta` medievale di Rovigno, eterna ispirazione per le anime romantiche e artistiche, vi conquistera` con un solo sguardo verso il centro il quale ancor oggi rievoca l´inconfondibile stile veneziano.

L´affascinante citta` medievale di Rovigno, eterna ispirazione per le anime romantiche e artistiche, vi conquistera` con un solo sguardo verso il centro il quale ancor oggi rievoca l´inconfondibile stile veneziano.  La citta` si trova nel mezzo di un arcipelago composto da 16 isole e isolotti, circondata da costiere lunghe 67 km e parchi forestali centenari.

La storia

Rovigno è una citta` museo dove tutto ebbe inizio sull´antica isola di Mons Albanus. Le prime tracce archeologiche di vita risalgono all´eta` di bronzo, mentre la citta` vecchia ha cominciato a svilupparsi nel 3. secolo. Agli inizi del 18. secolo, la citta` si espande al di fuori delle sue mura e il canale che separava l´isola dalla terraferma venne coperto nel 1763., dando vita alla Rovigno che conosciamo oggi. La tradizione musicale rovignese è rappresentata dalla bitinada-originale forma di canto popolare rovignese. La bitinada, secondo la tradizione, è nata tra i pescatori rovignesi i quali rimanevano per ore nelle loro batane per pescare e rammendare le reti. Avendo le mani sempre occupate dal lavoro e non potendo suonare alcun strumento, si destreggiavano con la voce  ed imitavano i suoni dei strumenti musicali.

Attrazioni

Salendo per la via artistica Grisia verso il simbolo di Rovigno,  il campanile della chiesa di Sant´Eufemia-patrona della citta`, alto 60 m, marciate nel fulcro della storia all´aperto. Vi aiuteremo a scoprire la leggenda della nostra patrona Santa Eufemia passeggiando per i posti piu` belli della citta`, dalla Torre dell´Orologio, attraverso l´Arco dei Balbi fino ad arrivare al Ecomuseo „Casa della Batana“ dal quale potete salpare con la batana nell´acquatorio rovignese.

Musei e gallerie d’arte

Rovigno era sempre devoto al mare, e la batana ne è il simbolo per eccellenza, conservando la  tradizione peschereccia centenaria che tramanda da generazioni. Barca da pesca fatta in legno a con fondo piatto, la sua tecnica di costruzione tradizionale è  stata salvaguardata come patrimonio immateriale della Repubblica di Croazia, sotto il patrocinio dell´UNESCO. E d´obbligo la visita all´Ecomuseo Batana: mostra di carattere multimediale nell´odierna „Casa della batana“  davanti alla quale, nei mesi estivi, carpentieri e calafati costruiscono la tradizionale barca. Durante la settimana i visitatori possono godere della gita in batana a remi attorno all´ antico nucleo urbano peninsulare fino allo Spaccio Matika, dove prosegue il programma gastronomico-musicale dell´ecomuseo. A giugno potete seguire la Regata rovignese di barche con vela e di altre imbarcazioni tradizionali.

Se volete conoscere l´arte moderna croata dovete visitare la Galleria Adris la quale fornisce un´analisi sistematica sulle opere dei piu` conosciuti pittori croati del 20. secolo.
Nel Museo locale di Rovigno, situato nel palazzo barocco dei conti Califfi del 17.secolo, scoprirete tutto sulla storia della citta`.

Gli appassionati di archeologia possono visitare il parco archeologico Moncodogno-Musego, abitato gia nel periodo dal 2000 al 1200 a.c.